Mer. Giu 3rd, 2020

La 28esima giornata di Serie A

La 28esima giornata di Serie A comincerà venerdì 15 marzo alle 20:30 con una Fiorentina che proverà a fare punti a casa del Cagliari per inseguire l’Europa: sfida non semplice per gli uomini di Pioli che troveranno davanti a loro una squadra che vorrà raggiungere al più presto la salvezza matematica, soprattutto tra le mura di casa.
Nel programma del sabato invece si disputeranno altre 3 partite. La giornata si aprirà con la sfida delle 15.00 Sassuolo-Sampdoria; successivamente scenderà in campo la Roma di Ranieri, ospite della Spal: partita difficile per i giallorossi che devono assolutamente centrare la qualificazione in Champions League, unico obiettivo stagionale rimasto; il tecnico testaccino, ritornato nella capitale per una scelta “di cuore”, vorrà portare a casa altri tre punti di vitale importanza per la squadra capitolina, alla ricerca di una vera e propria identità. Alle 20:30 scenderanno in campo Torino e Bologna, dove i piemontesi cercheranno di consolidare il loro sesto posto ai danni degli emiliani, in piena corsa per la salvezza.
Domenica la Juve andrà a Marassi per mettere il punto esclamativo sulla vittoria già ipotecata a novembre dello scudetto, sfidando la squadra rossoblù. Alle 15:00 l’Atalanta di Gasperini ospiterà il Chievo, la Lazio di Inzaghi andrà a caccia di punti a Parma mentre l’Empoli cercherà di espugnare il Benito Stirpe di Frosinone in una sfida cruciale per entrambe le compagini, agguerrite come non mai per evitare la retrocessione in Serie B.
Napoli-Udinese alle 18:00 sarà invece l’antipasto del Big Match in programma alle 20:30 che vedrà di fronte le milanesi in lotta per il terzo e quarto posto nel Derby della Madonnina: l’Inter di Spalletti deve ancora fare i conti con la pesante assenza di Icardi per il presunto problema al ginocchio puntando su Lautaro Martìnez, mentre Gattuso schiererà come sempre la sua punta di diamante, Krzysztof Piatek, secondo nella classifica marcatori con ben 19 gol in 26 gare, l’uomo che sta trascinando il Milan in zona Champions League.

Condividi