Phillip Island 2019: che Ducati!

Credits: Ultimate Motorcycling

È proprio il debuttante Álvaro Bautista in sella alla V4 R ad aggiudicarsi il primo weekend di gara del mondiale 2019 della SBK.
Un distacco a dir poco clamoroso ha caratterizzato tutte e tre le gare di Phillip Island tra il ducatista spagnolo e il campione in carica Jonathan Rea.
Bautista, dopo anni in MotoGp, non sembra aver avuto problemi nel cambio di sella e ha messo alla luce le forti somiglianze tra le due punte di diamante della casa di Borgo Panigale.
Diversamente dal compagno di squadra, Chaz Davies non è riuscito, probabilmente per problemi fisici, a trovare il giusto feeling con la nuova testata nucleare della Ducati durante il primo weekend di gara e quindi è rimasto lontano dal podio.
Le Kawasaki di Rea e Haslam sono più agguerrite che mai e i piloti hanno fatto di tutto per tener testa alla Panigale di Bautista. In gara 1 Rea si è battuto specialmente con il compagno di squadra, alla fine caduto lasciando la terza posizione a Marco Melandri in sella alla Yamaha. I piloti della casa costruttrice di Iwata si sono presentati molto bene al primo appuntamento, ma hanno dovuto fare i conti con dei problemi in gara 2 chiudendo rispettivamente in quarta e sesta posizione.
L’Aruba.it Racing Team – Ducati sembra avere tra le mani l’unico pilota in grado di mettere fine al dominio degli ultimi anni del binomio Kawasaki e Rea.

Condividi