Lun. Set 16th, 2019

Formula 1, Barcellona 2019: per la Ferrari nuovi aggiornamenti sulla SF90

Ferrari-Formula 1-Gran Premio

Formula 1, Barcellona 2019: la Ferrari ha bisogno di vincere

La scuderia di Maranello, dopo quattro Gp, è costretta a fare all in per recuperare il distacco accumulato dalle frecce d’argento. La classifica costruttori vede la Ferrari lontana 74 punti dalla vetta e ha bisogno di reagire alle quattro doppiette accumulate dalla scuderia tedesca. La Ferrari ha bisogno, già dalla gara del Montmelò, di recuperare subito anche se mancano 17 gare alla fine della stagione.

Nuova Power Unit per la SF90

A Barcellona esordirà il nuovo motore. Originariamente la nuova versione della Power Unit era prevista per la gara del Canada, ma a Maranello hanno deciso di anticipare i tempi per recuperare lo svantaggio. Insieme al nuovo propulsore verrà utilizzato anche un nuovo olio motore che permetterà, alla monoposto, di migliorare le proprie prestazioni.

Mattia Binotto ha confermato pubblicamente l’utilizzo di questi aggiornamenti: “Siamo in ritardo in campionato e abbiamo la consapevolezza di dover recuperare. Dopo aver portato un nuovo pacchetto aerodinamico a Baku, anche a Barcellona avremo novità in questo settore. Ci sarà inoltre una nuova power unit, anticipando il programma iniziale che prevedeva di introdurre la seconda unità in Canada. Per questo motore, Shell in collaborazione con il team ha sviluppato un olio diverso che ci garantirà migliori prestazioni”.

Nuove soluzioni aerodinamiche

La Ferrari porterà avanti anche il suo sviluppo a livello aerodinamico. Le nuove soluzioni interesseranno sia la parte anteriore che posteriore. L’ala posteriore, già rivista a Baku, subirà ulteriori modifiche per agevolare l’aumento del carico aerodinamico. L’ala anteriore, nonostante avesse innovazioni tecniche già dai test pre campionato, sarà rivista nuovamente. Gli ingegneri di Maranello cercheranno di aiutare i piloti nel trovare la giusta messa a punto e favorire il bilanciamento della monoposto durante il weekend.

Quello che più preoccupa Mattia Binotto, però, è che anche gli avversari porteranno delle novità e potrebbero presentarsi al prossimo appuntamento ancora più forti: Siamo al GP di Spagna, una gara nella quale per consuetudine la maggior parte delle squadre porta nuovi sviluppi, quindi ci aspettiamo un miglioramento di prestazione da parte dei nostri avversari. Siamo in ritardo in campionato e sappiamo che dobbiamo recuperare, e per quanto ci riguarda è chiaro che lo sviluppo sarà la chiave di questa stagione.

Montmelò: un esame decisivo

La Ferrari è chiamata, nuovamente, a rispondere alle critiche che tifosi e giornalisti hanno mosso. La scuderia di Maranello è alla ricerca della prima vittoria stagionale che metta fine al dominio Mercedes. Adesso manca solo, ancora una volta, il giudizio della pista, per confermare se gli ingegneri del team italiano hanno intrapreso davvero la giusta via di sviluppo.

Condividi