NBA Playoffs: primi verdetti delle semifinali

nba-playoffs-curry-gsw

Nel campionato di basket più famoso del mondo, NBA, è tempo dei primi verdetti delle semifinali di Conference. Ad Est i Bucks hanno eliminato, per 4-1, i Celtics. La serie tra Raptors e Sixers, invece, ha bisogno di una Gara 7 per decretare la seconda finalista ad Est.

Ad Ovest i Warriors battono per 4-2 i Rockets e conquistano la quinta finale consecutiva. Nonostante l’infortunio di Durant, in Gara 5, i campioni in carica non hanno tremato davanti alle difficoltà e hanno passato il turno. Gara 7 anche per la sfida tra Nuggets e Trail Blazers: tra le montagne del Colorado si saprà quale franchigia, ancora una volta, proverà a mettere fine al dominio incontrastato dei Golden State Warriors.

Bucks vs Celtics

Un epilogo che in pochi si aspettavano ma che tutti i tifosi della franchigia del Wisconsin volevano. I Milwaukee Bucks di Giannis Antetokounmpo hanno demolito i Boston Celtics di Irving. La squadra di Budenholzer ha chiuso la sfida decisiva con sette giocatori in doppia cifra. Antetokounmpo è andato molto vicino alla tripla doppia, mettendo a referto: 20 punti, 8 rimbalzi, 8 assist in 31 minuti di gioco. I Bucks sono sempre stati in controllo della partita e hanno chiuso tutti e quattro i quarti davanti. I cervi hanno messo in campo grande attenzione, offensiva e difensiva, che gli ha permesso di realizzare 15 tiri da tre e di vincere con 35 punti di vantaggio.

I Boston Celtics, invece, dopo la vittoria in Gara 1 sono crollati miseramente. I biancoverdi nelle quattro partite succesive non sono più riusciti a prendere le contromisure contro la squadra con il miglior record della Lega. Quello che più risalta agli occhi è stata la scarsa vena realizzativa del team di Brad Stevens: Kyrie Irving, incaricato delle operazioni offensive, non è mai entrato in ritmo e ha segnato solo 6 canestri sui 21 tentati e ha chiuso con soli 15 punti. Cifre e percentuali troppo basse per un giocatore che è considerato tra i migliori della Nba e che, a fine 2017, aveva lasciato Cleveland per essere il primo violino di una squadra Nba.

I Milwaukee Bucks, quindi, eliminano i Boston Celtics che, un anno prima, li avevano sconfitti al primo turno. Antetokounmpo e compagni approdano al turno successivo, riportando la franchigia del Wisconsin in finale di Confernce dal 2001. Per i Celtics, invece, sarà un’estate molto calda e gli occhi saranno puntati su Irving e sulla sua decisione durante la Free Agency.

Toronto vs Sixers

Dopo il successo in Gara 5 per i Canadesi, per 125-89, Gara 6 sembrava una formalità ma così non è stato. I Sixers hanno riscattato la deludente prestazione di Gara 5 e forzano Gara 7. La riscossa è stata guidata da Butler e Harris: il primo ha chiuso con 25 punti, il secondo, invece, con 16 punti. Grande contributo anche da parte di Joel Embiid e Ben Simmons. Il centro camerunense, non in perfette condizioni fisiche, è riuscito a dare il suo contributo in attacco (17 punti) ma soprattutto in difesa. Toronto, con lui in campo, è costretta a forzare molti tiri da tre ma le percentuali sono molto basse. La giovane guardia australiana è sempre stata della partita, mettendo a referto 21 punti con il 69% al tiro.

Una serata sottotono per Leonard e compagni. I ragazzi di coach Nick Nurse hanno avuto molte difficoltà a trovare la via del canestro, chiudendo con il 35% al tiro e con un misero 25% da tre. I Raptors sono stati dominati anche nella lotta al rimbalzo: i Sixers ne hanno catturati 52 (16 offensivi) mentre Toronto solo 34.

Gara 7 tra la notte di domenica e lunedì, per decretare chi passerà il turno e chi raggiungerà i Bucks in finale di Conference ad Est.

Warriors vs Rockets

La serie più attesa dei Playoffs 2019 è giunta al termine. Gli Houston Rockets, dopo l’infortunio di Durant, non sono riusciti a sfruttare l’occasione di ribaltare la serie e di raggiungere le finali di Conference per il secondo anno consecutivo.

Protagonista assoluto della serata è stato Stephen Curry. Il numero 30, dopo aver terminato il primo tempo con zero punti, ha dato vita al suo show e ne ha realizzati 33 solo negli ultimi due quarti. Una prova di forza da ricordare, tanto da scomodare anche Lebron James che su twitter ha scritto: “Mai sottovalutare il cuore di un campione“, andando a sottolineare la clamorosa impresa di Curry. Menzione d’onore che va anche al numero 11 Klay Thopmson che, prima dell’accensione di Curry, ha tenuto gli Warriors in partita tecnicamente e psicologicamente. Il figlio di Mychal Thompson ha messo a segno 27 punti e ha respinto anche le critiche degli ultimi momenti.

Un’altra occasione sprecata, invece, per Harden e compagni. I Rockets, per il secondo anno consecutivo, vengono eliminati dai ragazzi della Baia e dicono addio alla corsa all’anello. Ancora una volta si sono mostrati l’unico team, Cavaliers versione 2016 a parte, in grado di mettere in difficoltà Golden State ma senza riuscire nell’impresa.

Gli Warriors continuano il loro viaggio verso il terzo titolo consecutivo, il quarto negli ultimi cinque anni, aspettando il rientro di Kevin Durant per essere al completo. Houston, invece, aspetterà luglio per confermare o stravolgere completamente il roster, iniziando una rivoluzione che gli permetterebbe di conquistare l’Ovest.

Nuggets vs Trail Blazers

I Nuggets provano sin dal primo quarto a chiudere i conti, con Jokic e Murray subito in doppia cifra. A fare la differenza, però, è stata la panchina dei Trail Blazers che ha cambiato nettamente la partita. Rodney Hodd, 25 punti a fine gara, è stato l’uomo decisivo per Portland e ha permesso i suoi di avere un’altra possibilità in Gara 7. Solita giornata in ufficio per il duo Lillard-McCollum che guida le operazioni offensive della franchigia dell’Oregon.

Per Denver un ottimo contributo da parte del quintetto base, tutto in doppia cifra, con Jokic e Murray soliti trascinatori. Quello che non ha permesso al team di Malone di conquistare la vittoria è stata la panchina: i sostituti tirano con il 38% e non riescono a tenere il ritmo degli avversari.

Una Gara 7 che promette spettacolo e che ci consegnerà la squadra che si giocherà l’accesso alle Finals contro Golden State. Appuntamento, domenica 12 maggio alle 21:30, su SkySport.

Condividi