NBA Playoffs: Portland spreca e Golden State va sul 2-0

curry-nba-playoffs

Portland ieri notte ha avuto l’occasione di portare la serie in parità, ma la forza di Golden State è stata ancora una volta la protagonista. I Warriors si portano sul 2-o, trascinati dal solito Curry in formato MVP e da una super difesa di Andre Iguodala nel possesso decisivo.

Warriors vs Blazers 114-111

Golden State è la squadra da battere e ieri sera ha dimostrato ampiamente il perché. In una serata dove l’attacco dei ragazzi della Baia ha faticato e non poco, è stata l’organizzazione difensiva a sopperire a questa mancanza. Infatti la giocata fondamentale della notte è stata il recupero, nell’ultimo possesso, di Andre Iguodala, che ha impedito a Lillard e compagni di portare la partita all’overtime. Portland ha avuto la prima occasione di mettere in difficoltà il team allenato da Kerr, ma non è riuscita a sfruttare l’occasione.

Lo stesso Kerr, a fine partita, ha dichiarato che la vittoria non è stata del tutto meritata e che la fortuna è stata dalla loro parte: “Questa è una vittoria che non abbiamo meritato, hanno giocato molto meglio di noi, ma siamo riusciti a strapparla dalle loro mani in qualche modo”.

Questa volta i protagonisti non sono stati i soliti Curry o Thompson, ma l’intero supporting cast: il parziale decisivo di 10-0, a poco più di un minuto al termine, è arrivato da loro e ha permesso alla franchigia campione in carica di aggiudicarsi la seconda partita della serie.

Curry vs Curry: la spunta ancora Steph

Così come ad Est ci sono i fratelli Gasol a contendersi le Finals, anche ad Ovest c’è una coppia di fratelli che punta allo stesso obiettivo: Curry. Steph e Seth hanno combinato complessivamente 53 punti, seconda prestazione di sempre nella storia della Nba.

La mamma Sonya, prima della sfida, ha detto di aver mandato un messaggio motivazionale ad entrambi i figli, riprendendo un passo biblico: “Dio è la ragione per cui la nostra famiglia adesso si trova in questa situazione. Per questo, se lui ci ha aiutato ad arrivare fin qui, sta a noi ora rappresentarlo con la giusta classe sugli spalti, in campo e in qualsiasi altro posto”.

Dopo la partita, in conferenza stampa, tutta la famiglia era contenta per le prestazioni tranne Seth. Il giocatore della franchigia dell’Oregon, nonostante un’ottima partita, è rimasto scuro in volto nel post-gara, consapevole del fatto che i Blazers difficilmente avranno un’altra occasione del genere. Seth, soprattutto, è rimasto vittima del protagonismo del fratello maggiore che ha vinto, per l’ennesima volta, il confronto tra i due.

Lo spettacolo Nba torna questa notte con la Gara 2 fra Bucks vs Raptors e sabato notte per la Gara 3 fra Warriors vs Portland.

Condividi