Ven. Lug 19th, 2019

WorldSBK, Gara 2 Jerez: out le Ducati ufficiali

sbk-Van-der-Mark-rea

Van der Mark chiude davanti a Rea, Bautista cade al secondo giro e Melandri causa un incidente con Davies.

Clamorosa caduta del leader del campionato

Era partito primo. Aveva mantenuto la posizione. Poi è iniziato il secondo giro. Aveva un notevole distacco dal secondo. Una curva presa male… troppo larga e troppo velocemente. In un attimo sotto di lui solo la ghiaia. Bautista, che non aveva mai sbagliato nulla nel corso della stagione, rientra ai box.

Per lui è finita la gara, a dettare il passo è ora Jonathan Rea.

Jonathan Rea vs Michael Van der Mark e Davies vs Melandri

Dopo la caduta del padrone di casa, Rea si ritrova in prima posizione. Alle sue spalle ci sono Van der Mark, Davies, Melandri e Razgatioglu. La Yamaha dell’olandese si è dimostrata molto più competitiva della Kawasaki del britannico: in pochi giri, infatti, Michael raggiunge Jonathan e lo sorpassa.

Nel mentre, è lotta tra la seconda Ducati del team Aruba e Marco Melandri. Lo scontro termina con un incidente causato da Melandri: Davies va leggermente largo ad una curva e Melandri si infila in mezzo. Marco non si accorge che Chaz sta rientrando nella traiettoria ideale e lo colpisce. Entrambi i piloti a terra.

Rinaldi: primo pilota Ducati

Dopo le inaspettate cadute, Michael Rinaldi si ritrova in sesta posizione, alle spalle di Haslam e Sykes, i quali saranno sorpassati con estrema semplicità dallo stesso Rinaldi. Chiude definitivamente in quarta posizione.

Bandiera rossa al penultimo giro

A decretare la fine di Gara 2 è la bandiera rossa esposta in seguito alla caduta di Kiyonari. Nulla di grave per il pilota ma era finita troppa ghiaia sull’asfalto.

In definitiva è Van der Mark ad aggiudicarsi Gara 2, seguito da Rea e Razgatioglu.

Condividi