Ven. Lug 19th, 2019

F1 Gp Austria: Verstappen beffa Leclerc nel finale, interrotta l’egemonia Mercedes

austria2019-leclerc-verstappen

Max Verstappen vince il Gran Premio d’Austria e si aggiudica la prima vittoria del 2019, interrompendo così l’incantesimo Mercedes che durava da ben 8 gare. Gara da brividi quella andata in scena nel circuito di Spielberg, che ha decretato la vittoria della scuderia di casa e del giovane talento olandese, acclamato dai tanti tifosi giunti in suo supporto. Leclerc deve accontentarsi di un’amara seconda posizione, dopo aver perso la leadership a 3 giri dal termine, in seguito ad un sorpasso ai limiti del regolamento compiuto dal pilota della Red Bull. La manovra è finita sotto investigazione, ma al termine della corsa l’episodio è stato archiviato come semplice incidente di gara.

Bottas completa il podio con un’ennesima prestazione anonima, chiudendo in terza posizione a quasi 20 secondi dal leader. Chiude quarto Sebastian Vettel, autore di una buona rimonta dalla nona posizione in griglia. Lewis Hamilton termina in quinta posizione: gara di enorme sofferenza per l’inglese, condizionata da un piccolo danno all’ala anteriore, poi sostituita durante il pit-stop. Norris conferma l’ottima prestazione realizzata in qualifica e ottiene un fantastico sesto posto, 7° Gasly, mai al livello del compagno di squadra, e 8° un fenomenale Carlos Sainz, partito dalla penultima posizione. Chiudono la top ten i due piloti dell’Alfa Romeo: 9° Raikkonen e 10° Giovinazzi, che conquista il primo punticino della stagione a conferma dei grandi progressi registrati in queste ultime gare.

La gara

Partenza subito movimentata al Red Bull Ring. Leclerc ha un ottimo spunto e consolida la prima posizione. Si “pianta” letteralmente Verstappen, che retrocede fino alla settima posizione, sopravanzato anche da Sebastian Vettel. Secondo Bottas e terzo Hamilton, che deve sudarsi la posizione dopo una dura lotta con Norris e Raikkonen. Comincia cosi la progressione del monegasco con gomme soft, macinando decimi nei confronti delle Mercedes, in pista con una mescola di svantaggio. Dietro è Sebastian Vettel a dare spettacolo, alle prese con il sorpasso ai danni di Lando Norris. Al quinto giro il tedesco è già alle spalle di Lewis Hamilton, dopo il duello vinto con l’ex compagno di squadra Kimi Raikkonen.

I primi a rientrare ai box per il cambio gomme sono Bottas e Vettel. Pit-stop lungo per Seb, che perde del tempo prezioso per colpa dei meccanici che, in totale confusione, non avevano a disposizione le gomme Hard da montare sulla vettura. Il quattro volte campione del mondo rientra ottavo e poche tornate dopo imbocca la via della pit lane anche il leader della corsa. Hamilton comanda momentaneamente il gruppo e comincia a inanellare una successione di giri veloci. Al giro 30 l’inglese entra per effettuare la sosta ed è costretto a cambiare anche l’ala anteriore, dopo essere salito in modo aggressivo sul “salsicciotto” in curva 1. L’ultimo a rientrare è proprio l’olandese della Red Bull, che finisce alle spalle di Vettel.

La scelta della Red Bull di lasciare fuori Verstappen il maggior tempo possibile si rivelerà azzeccata: ritmo indiavolato di Verstappen che in pochi giri raggiunge Vettel e lo supera al giro 50. Dopo aver subito il sorpasso, il tedesco entra ai box e monta gomme soft nuove, perdendo in questo modo la posizione su Hamilton. Al giro 55 l’olandese supera Bottas come se fosse un doppiato e si lancia all’inseguimento di Leclerc, distante ben 5 secondi. Poco più di 10 giri e Verstappen è già a ridosso del monegasco, forse ostacolato anche dai tanti doppiaggi effettuati. Leclerc si difende da vero campione fino al giro 69, quando Verstappen entra deciso in curva 2 e si prende la posizione a 3 giri dal termine con una ruotata nei confronti del pilota Ferrari, portandolo fuori pista.

L’episodio passa sotto investigazione e verrà solo al termine della corsa etichettato come incidente di gara. Dopo il sorpasso di Sebastian Vettel su Hamilton, Max Verstappen vince il Gran Premio d’Austria ed interrompe l’egemonia Mercedes, acclamato dal tifo caloroso degli oranje.

Considerazioni post gara

Il Gran Premio d’Austria ha evidenziato una Mercedes stranamente in difficoltà, ma nonostante ciò la Ferrari non ha avuto la forza di cogliere al volo la grande occasione presentatagli e ha dovuto cedere il passo alla Red Bull e ad uno scatenato Verstappen. Probabilmente l’epilogo sarebbe stato ancora più netto se Max fosse partito in maniera adeguata allo spegnimento dei semafori. Una vittoria inaspettata se si considera il circuito austriaco come una pista prevalentemente di motore, in cui la Red Bull sulla carta avrebbe dovuto soffrire maggiormente il deficit di potenza rispetto alle altre 2 scuderie di vertice.
Il prossimo appuntamento sarà a Silverstone, casa del leader del mondiale Lewis Hamilton, che vorrà riscattarsi dalla brutta prestazione austriaca. Vedremo se la vittoria della Red Bull  nel circuito di Spielberg potrà dare la carica necessaria per competere con la Mercedes o se si presenterà come un singolo caso isolato. Aspettando sempre la prima vittoria della Ferrari, che sembra un tabù.

Condividi