Lun. Set 16th, 2019

MotoGp, Sachsering. Marquez: “Yamaha e Ducati sono migliorate”

Marquez-motogp

Credit: http://motosprint.corrieredellosport.it/

Il weekend del Gran Premio di Germania è ufficialmente iniziato con la conferenza stampa del giovedì. I riflettori erano tutti puntati sullo spagnolo Marc Marquez che negli ultimi nove anni ha sempre vinto sul circuito del Sachsenring.

In compagnia del leader del campionato era presenti: Viñales, vincitore dell’ultima gara, Petrucci, che ha appena rinnovato il suo contratto con la Ducati, Quartararo e Morbidelli del team Petronas e il giovane pilota della Suzuki, Mir, autore di una grande prestazione nell’ultima tappa del motomondiale.

Le parole dei piloti

Marquez: “Mi sento bene, siamo in ottima forma. Ad Assen, dalle prove alla gara abbiamo fatto un grande passo in avanti, siamo molto soddisfatti. L’obiettivo qui è essere competitivi da subito. Sorpreso del vantaggio su Dovi? Non ci penso. Il punto chiave, la cosa più importante, è essere costante, avere un buon assetto su ogni circuito. Siamo concentrati su questo, vogliamo essere abbastanza forti su ogni circuito, con meno punti deboli rispetto al passato. Vogliamo essere costanti in ogni pista, questa è la nostra filosofia. Yamaha e Ducati sono migliorate, lo hanno dimostrato l’anno scorso. Conosciamo i nostri punti di forza e quelli deboli, stiamo cercando di migliorare. La tecnica cambia rispetto all’anno scorso, devi adattarti alla moto, ai problemi e al nuovo motore. La cosa principale è il metodo di lavoro con il team.”

Viñales: “L’ultima vittoria ad Assen è stato molto importante, finalmente il lavoro svolto nel sabato ha trovato conferma in gara. Saranno tanti i piloti da battere, ma vogliamo scendere in pista con la stessa mentalità di Assen. Mi sento molto bene, sono motivato, non abbiamo nulla da perdere, spingerò al massimo.”

Petrucci: “Sia io sia Ducati volevamo continuare quest’avventura. Avevo detto da subito che il rinnovo fosse il mo obiettivo. L’anno prossimo avrò ancora una grande opportunità. Quest’anno sono in lotta per il terzo posto nel Mondiale, io e Andrea vogliamo fare belle gare. Siamo a metà stagione, possiamo concentrarci su ciò che succede in pista e meno su ciò che accade fuori. Ad Assen abbiamo vissuto uno dei wekend più strani della stagione. Fino a sabato la moto era praticamente perfetta, il pomeriggio invece con la temperatura più alta è successo praticamente l’opposto. Domenica il distacco da Vinales era ampio. Dobbiamo lavorare meglio per avere una strategia per le qualifiche, dobbiamo fare qualcosa di più.

Quartararo: “Cosa mi aspetto? In teoria non è il mio circuito migliore per me, ma Yamaha è migliorata anche qui, possiamo fare bene anche questo weekend”.

Morbidelli: “Buona stagione fino ad ora, siamo stati forti e abbiamo dimostrato una discreta velocità. La velocità c’era e c’è. Mi sto divertendo. Dobbiamo migliorare, ma fino ad ora sono soddisfatto. Non ho corso qui nel 2018 perchè ero infortunato, ma la Yamaha va abbastanza bene qui, sono fiducioso e curioso di affrontare il circuito con una moto di MotoGP per la prima volta”.

Mir: “Nelle prime gare ho faticato molto, sono anche stato sfortunato, ma ora sembra che in ogni gara facciamo piccoli passi avanti. Sono più forte, siamo sulla strada giusta.”

È caccia aperta a Marc Marquez

La caccia al Re del Sachsenring, Marc Marquez, partirà già dal primo turno di prove libere che si svolgerà nella giornata di domani. Il pilota della Honda proverà da subito ad imporre il suo ritmo e a mostrare alla concorrenza la propria supremazia.

Gli avversari, Ducati su tutti, tenteranno di mettergli il bastone tra le ruote, impedendogli di raggiungere il decimo successo sul tracciato tedesco.

Attenzione va rivolta anche ai piloti, ufficiali e non, della Yamaha. Con l’ultimo successo ottenuto sul tracciato olandese di Assen, il morale è alle stelle e la voglia di continuare su questa linea è tanta.

Condividi