Lun. Set 16th, 2019

NBA 2019/2020: pronostico Ovest, sarà “Old Wild West”

Mancano ancora due mesi all’inizio della nuova stagione NBA e tante franchigie devono ancora ultimare i dettagli dei rispettivi roster. Boston firma, con un contratto breve, il centro senegalese Fall (2,31 metri). Vince Carter, nonostante l’età, ha ancora voglia di volare e continuerà a giocare ad Atlanta, nella ventiduesima stagione della sua carriera. I Nets hanno addirittura cambiato proprietà dopo i colpi di mercato che hanno portato a Brooklyn KD, Irving e Jordan. In casa Lakers, invece, si infortuna Cousins, compromettendo la propria stagione. I Clippers rinforzano il proprio staff firmando Ty Lue come secondo di Doc Rivers. Infine Carmelo Anthony cerca ancora casa, anche se lo stesso giocatore ha dichiarato che gli piacerebbe poter giocare al fianco di Lebron.

Come detto molti team non sono ancora al completo, ma la free agency di quest’anno ha segnato un solco con le ultime stagioni: quasi il 50% dei giocatori della Lega hanno cambiato franchigia in estate, regalandoci mille spunti utili per fare qualche pronostico, almeno in ottica Playoffs. Sia ad Ovest che ad Est sarà decisiva per i vari roster l’intesa che s’instaurerà tra duetti di all-stars e i rapporti con i nuovi arrivati.

Western Conference: la caccia è aperta

Dopo il mercato si è discusso molto sulla battaglia per la città di Los Angeles. I Clippers sembrano avere una marcia in più poiché George e Leonard sono davvero giocatori affini a livello tecnico e sono sostenuti da un roster molto solido, soprattutto nella metà campo difensiva.

I Lakers invece potrebbero essere una squadra da albo d’oro o un crack pazzesco. LeBron e Davis sono due dei primi cinque giocatori di questa Lega e da soli possono fare le fortune di ogni franchigia ma, ora che giocheranno insieme, cosa accadrà? Le prime settimane della stagione regolare risponderanno a questa domanda. Alle spalle dei due fenomeni c’è un roster di specialisti e veterani. Da non mettere da parte l’incognita Kuzma: diverrà la terza superstar di questa squadra?

Quindi Lakers o Clippers sono favoriti per il titolo? Al momento sembrerebbe di no. Hanno i mezzi per combattere e hanno ottime possibilità di arrivare alle finali, ma ritenere i Golden State Warriors un gradino sotto è un errore causato dalle bombe di mercato che hanno stravolto la Lega. I Warriors hanno ovviamente perso Kevin Durant, ma hanno tentato di tappare l’emorragia con l’acquisto di Russell. Curry, Thompson e Green, comunque, sono ancora nella Baia e pronti a giocarsi la sesta finale consecutiva. Sono ancora loro i numeri uno?

Per completare il quadro ad Ovest c’è la bomba ad orologeria innescata in quel di Houston: Chris Paul vola ad OKC nello scambio che ha portato Westbrook ai Rockets. James Harden e Westbrook, quindi, tornano insieme dopo l’esperienza ai Thunder, ma riuscirà Coach D’Antoni a far convivere insieme due giocatori che sono innamorati della palla? I Playoffs, tuttavia, dovrebbero essere facilmente raggiungibili per i razzi del Texas”.

Gli altri buoni canditati per un posto nelle migliori 8 ad ovest sono: gli Utah Jazz di Donovan “Spider-man” Mitchell e i giovani maledetti di New Orleans. I Pelicans possono contare su un core giovanissimo, di marca Lakers, d’affiancare al debuttante Zion Williamson. Il rookie è già il padrone della squadra e nessuno sa dove possa realmente arrivare, ma lui è un predestinato. Saranno una contender molto presto e per tanti anni.

Ci sono poi i Mavericks del talento sloveno Doncic che, l’anno scorso, ha sorpreso tutti gli States con la sua pallacanestro eccezionale ed è ora il nuovo volto di Dallas. Ultimi ma non ultimi, i ragazzi di Denver. Nell’ultima stagione regolare hanno tenuto testa anche a GSW. Un po’ più di esperienza e potrebbero essere un osso difficile per molte grandi squadre. Chissà, invece, se riuscirà Lillard a trascinare Portland ancora ai Playoffs dopo la grande cavalcata del 2019.

La situazione ad Ovest è proprio quella del “vecchio selvaggio West”: molti talenti chiamati a combattersi a vicenda per un unico obbiettivo: un posto ai Playoffs.

Pronostico seeding:
1 Clippers
2 GSW
3 Lakers
4 Pelicans
5 Nuggets
6 Rockets
7 Jazz
8 Mavericks

Condividi