Gio. Nov 14th, 2019

MotoGP, Silverstone: Marquez beffato nuovamente all’ultima curva, non buone le condizioni di Dovizioso dopo la caduta

Seconda vittoria stagionale per Alex Rins: il centauro della Suzuki ha guadagnato il primo gradino del podio grazie ad un sorpasso impensabile all’ultima curva dell’ultimo giro. A chiudere la top tre ci sono Marquez e Maverick Viñales, seguiti da Valentino Rossi, visibilmente in difficoltà. Brutto incidente tra Quartararo e Dovizioso a inizio gara.

Brutto incidente tra Fabio Quartararo e Andrea Dovizioso

Gara praticamente mai iniziata per il francese e per il forlivese: il rookie del team Petronas frena bruscamente in curva 1, perdendo così il controllo della sua M1 e finendo sulla Desmosedici di Andrea. Entrambi i piloti a terra e doloranti, ma la peggio l’ha avuta il pilota italiano che, dopo una pesante caduta, non è riuscito ad alzarsi. È stato portato via in barella in clinica e, successivamente, in ospedale.

Le parole di Tardozzi: “Purtroppo Fabio ha perso la moto e Andrea si è ritrovato al posto sbagliato nel momento sbagliato, ma questi sono incidenti di gara. Andrea è stato portato a Coventry per una scan perché per qualche minuto aveva perso la memoria. È sempre stato cosciente, ma per qualche minuto aveva perso la memoria, quindi per sicurezza hanno voluto fare questo esame. Ha una forte contusione sul lato destro del bacino, ma non c’è niente di rotto, quindi alla fine possiamo dire che è andata bene per il tipo di incidente. E la cosa più importante è che Andrea stia bene, anche se questa era una gara in cui poteva lottare per la vittoria, ma sono sicuro che ci regalerà delle soddisfazioni nelle prossime gare”.

Intenso duello tra Rins e Marquez

Interessante e a dir poco emozionante il duello spagnolo concentratosi soprattutto negli ultimi giri del BritishGP. I due piloti hanno lottato fino all’ultima curva per aggiudicarsi la vittoria, ottenuta, alla fine, dal pilota Suzuki. Un po’ come fece “Desmodovi” in Austria, Alex passa il campione in carica sull’ultima curva del tracciato, passando sul traguardo 13 millesimi prima del centauro della Honda.

Le parole di Marquez durante la conferenza post-gara: “Il mio obiettivo era quello di perdere meno punti possibile per questo ho tirato tantissimo, ho fatto il possibile, ma ho perso proprio nella parte più semplice. Anzi, semplice no, perché già nel giro precedente aveva messo la ruota accanto a me, quindi forse aveva più gomma. Sapevo che quello era uno dei punti in cui poteva passarmi, ogni volta sentivo la moto. Ho provato a forzare ma si è chiuso l’anteriore e ho dovuto chiudere il gas per non cadere, così mi ha sorpassato”.

Assenti le Yamaha ufficiali

Sebbene portano un buon risultato a casa, terzo Viñales e quarto Rossi, i due piloti hanno dato poco spettacolo: a pochi giri dall’inizio, tra loro e i due in testa c’è l’abisso; Valentino è ancora davanti a Maverick, ma quest’ultimo lo sorpassa con estrema facilità e parte all’inseguimento di Rins e Marc Marquez, lasciando indietro il compagno di squadra.

Ritorno prematuro per Jorge Lorenzo?

Dopo parecchio tempo di fermo per la brusca caduta ad Assen, il pilota spagnolo è tornato in pista. Ovviamente non ci si poteva aspettare che potesse lottare nel gruppo di testa, tant’è che fin dal primo turno delle prove libere è stato in costante difficoltà, girando addirittura con 3 secondi di ritardo dal primo. Oggi Jorge ha chiuso quattordicesimo ma è pronto e determinato a lavorare duro per raggiungere i tempi dei piloti dei team principali.

 

Condividi