Dom. Nov 17th, 2019

Hachim Mastour: Capitolo 2

Ve lo ricordate? Si proprio lui, italo marocchino, nato a Reggio Emilia nel lontano Giugno 1998.
Ancora niente? Scuola calcio Milan, a 16 anni fu aggregato alla prima squadra rossonera, Futuro Pallone D’Oro e talento da vendere?
Beh, forse qualcosa vi tornerà in mente dopo aver letto queste parole, anche se ormai sono passati parecchi anni, nei quali Hachim Mastour è stato vittima di un declino pauroso: prima al Milan, poi sbattuto tra Spagna e Grecia, passando per l’Olanda, facendo perdere le proprie tracce.

Ebbene sì, perché se è vero che la vita ci da quasi sempre una seconda chance, oggi, il talento marocchino ha una seconda possibilità di far vedere a tutto il mondo di cosa è capace.
Stamattina, con un post su instagram, ha ufficializzato il suo passaggio in maglia amaranto, sulle rive dello Stretto, direzione Reggio Calabria.

Mastour e la Reggina, una coppia perfetta, con la stessa ambizione: quella di ritornare a sentire aria di grande calcio, aria di Serie A! E pensare che l’incrocio col colore amaranto c’era già stato, quando Hachim vestiva la maglia del Panetolikos. Forse nessuno si ricorderà di Adejo (ex difensore centrale degli amaranto), tranne i tifosi della Reggina.

Si, perché proprio lui quell’anno fu compagno di squadra di Mastour e segnò al 99º minuto il gol del pareggio contro il Lamia dopo la respinta del portiere, sul tiro dal dischetto fallito dal marocchino.
Oggi si apre un altro capitolo della carriera di questo giovane fenomeno, un nuovo capitolo per ripartire da zero, dall’umiltà della Serie C. Con il suo talento dovrà prendere per mano la sua Reggina e portarla a calcare l’erba dell’Allianz Stadium, del San Paolo, dell’Olimpico e, perché no, ancora di San Siro.
Cara Reggina, caro Hachim, vi aspettiamo in Serie A!

Condividi