Dom. Nov 17th, 2019

Formula 1, Austin: Hamilton ad un passo dal titolo

La Formula 1 torna subito in pista, appena dopo una settimana dal Gran Premio del Messico. Il circuito delle Americhe ospita il Circus dal 2012, lungo 5513 metri e composto da 20 curve. Lewis Hamilton è il pilota più vincente con 6 successi, seguito da Sebastian Vettel e da Kimi Raikkoinen con una vittoria a testa. Il Team, invece, con il maggior numero di trionfi, è la Mercedes con 4 vittorie, seguita da Ferrari, Red Bull e McLaren con una sola vittoria.

Hamilton: a 4 punti dal sesto titolo

Il pilota britannico, dopo la vittoria in Sud America, ha il secondo match point per raggiungere la sesta corona iridata. Un obiettivo non irraggiungibile, dato che il leader del mondiale ha bisogno di soli 4 punti. La Mercedes rimane la vettura di riferimento di questo 2019 e i numeri fatti registrare su questa pista fanno ben sperare il pilota inglese. La W10, rispetto al 2018, è molto più gentile con le gomme e il degrado visto l’anno scorso non dovrebbe ripresentarsi. Un punto forte non da poco quello della Scuderia di Brackley che, salvo imprevisti, è la favorita per la vittoria finale.

Dall’altra parte del box, tuttavia, c’è un Valtteri Bottas che non vuole ancora arrendersi. Il finlandese, dopo l’incidente durante le qualifiche del Messico, non si è minimamente scomposto e solo la grande velocità della Ferrari sul rettilineo non gli ha permesso di lottare con il compagno per la vittoria. Bottas sa che domenica sarà molto difficile tenere aperto il discorso mondiale, ma sa anche molto bene che in Formula 1 tutto può succedere.

Ferrari: voglia di riscatto

La Scuderia di Maranello, dopo un Messico sotto le aspettative, si presenta negli Stati Uniti con una grande voglia di riscatto. La Ferrari viene da 6 Pole Position consecutive che hanno però fruttato solo 3 vittorie. Un bottino troppo piccolo per chi non si accontenta più del secondo posto. La pista texana, però, potrebbe esaltare a metà le caratteristiche della SF90: la Rossa potrà sfruttare al meglio la propria velocità di punta nei due lunghi rettilinei, ma dovrà anche trovare il giusto carico aerodinamico per affrontare al meglio lo snake del primo settore e le lente curve dell’ultima parte di tracciato. Vettel e Leclerc, quindi, dovranno avere una vettura ben bilanciata per trovare il giusto compromesso tra rettilineo e curve lente e un’ottima gestione gomme per battere le frecce d’argento.

Condividi