Dom. Nov 17th, 2019

MotoGP, Malesia: Marquez per la dodicesima?

La MotoGP torna in pista appena dopo una settimana dalla gara di Phillip Island. Il Motomondiale atterra in Malesia, in calendario dal 1991. Il circuito di Sepang, però, ospita il weekend di gara solo dal 1999. Il pilota con il maggior numero di vittorie è di Valentino Rossi con 7, seguito da Biaggi, Doohan e Pedrosa con 5 successi. La Honda, invece, domina la classifica dei costruttori con ben 30 primi posti. Il circuito malese, purtroppo, è stato anche teatro del pauroso incidente del 2011 che ha poi portato alla morte di Marco Simoncelli.

Marquez: 12 vittorie come nel 2014

Marc Marquez si presenta all’appuntamento malese con il titolo mondiale piloti già in tasca. Il pilota spagnolo, però, non sembra aver perso il vizio della vittoria in questo finale di campionato e il circuito asiatico potrebbe regalargli la dodicesima vittoria stagionale. Un successo quasi obbligatorio per il pilota della Honda se vuole pareggiare il record di vittorie in un singolo campionato (13) che ha stabilito nel 2014. Un compito non semplice da svolgere, dato che lo spagnolo ha trionfato solo 3 volte a Sepang. Tuttavia la superiorità mostrata durante l’anno dovrebbe agevolare il compito all’otto volte iridato.

Yamaha: caccia alla seconda vittoria

La casa di Iwata, dopo Assen, non è più riuscita a salire sul gradino più alto del podio. Le ultime prestazioni fanno pensare in grande la casa giapponese, ma battere Marquez e la Honda non è mai facile. Valentino Rossi, lo scorso anno, ha condotto in testa fino a 4 giri dalla fine la gara, poi una scivolata non gli ha permesso di raggiungere la vittoria. Difficile che il Dottore riesca a ripetere la prestazione del 2018, ma le caratteristiche del tracciato malese possono aiutare la sua M1. Vinales, invece, è in grande forma e in Australia si è giocato fino all’ultimo la vittoria con Marquez. Lo spagnolo sembra essere l’avversario numero uno del pilota della Honda, ma il numero 12 della Yamaha non dovrà perdersi nei primi giri della gara e dovrà rimanere lucido nei momenti cruciali del Gran Premio.

Ducati: Sepang pista amica

La pista di Sepang ha sempre regalato grandi soddisfazioni alla Ducati. La Scuderia italiana ha trionfato per ben 5 volte ed Andrea Dovizioso per due volte di fila (2016/2017). Il pilota forlivese dovrà ottenere il massimo se vorrà salvare una stagione ben sotto le aspettative. La pista asiatica dovrebbe esaltare le caratteristiche della sua moto ma, ultimamente, anche nei tracciati favorevoli, il pilota italiano non ha brillato. Anche Petrucci è chiamato ad una grande prestazione, poiché la sua posizione è in bilico. Il pilota ternano si gioca un posto con Miller per una Ducati ufficiale 2020 e le ultime prestazioni dell’australiano hanno fatto pendere l’ago della bilancia dalla sua parte.

Condividi