Sab. Dic 14th, 2019

Formula 1, Abu Dhabi: Pole numero 88 per Lewis Hamilton

Lewis Hamilton conquista l’ultima Pole Position della stagione. Il pilota britannico sale a quota 5 Pole stagionali e sigla la numero 88 della carriera. Seconda posizione per la Red Bull di Max Verstappen e terza la Ferrari di Charles Leclerc. Il pilota della Ferrari, però, non ha messo a segno il secondo tentativo del Q3 a causa di una strategia sbagliata. Quarto Sebastian Vettel a più di 4 decimi da Hamilton. Quinta l’altra Red Bull di Albon, sesta la McLaren di Norris e settima la Renault di Ricciardo. Chiudono la Top Ten la McLaren di Sainz, la Renault di Hulkenberg e la Racing Point di Perez. Bottas, che sconterà una penalità dopo la rottura del motore in Brasile, partirà dall’ultima casella.

Mercedes: Sesta Pole consecutiva a Yas Marina

La Mercedes conquista la sesta Pole consecutiva a Yas Marina. La stella a tre punte ha dimostrato di essere veloce già dal venerdì e di avere una vettura molto equilibrata in tutte le sessioni di Prove Libere. Il secondo settore della pista, eventuale punto debole della Mercedes, non ha creato troppi problemi alle frecce d’argento. I due lunghi rettilinei non hanno frenato Lewis Hamilton nella sua corsa alla Pole Position numero 88 della carriera. Il pilota inglese partirà per la quinta volta in stagione davanti a tutti e le sensazioni per la gara sono più che buone: “Concludere la stagione con una pole che in qualifica mi mancava da tanto tempo è il culmine di una bella stagione. Non molliamo mai, c’è sempre un gran margine di miglioramento. Anche io sono cresciuto tanto e sicuramente anche nelle ultime gare per noi piloti in generale c’è stata una bella crescita, cerchiamo il limite”.

Red Bull: seconda prima fila consecutiva

La Red Bull, dopo la Pole in Brasile, è ancora una volta in prima fila con Max Verstappen. Il circuito di Yas Marina mette in risalto le qualità della monoposto austriaca, sopratutto nell’ultimo settore dove le curve lente fanno da padrone. Il pilota olandese, nonostante una Mercedes dominante, domani proverà ad impensierire Lewis Hamilton e andrà a caccia della quarta vittoria stagionale: “Oggi è stato il miglior risultato possibile, la Mercedes era dominante su questo circuito. Sono contento, è positivo partire dalla prima fila. Abbiamo buone opportunità per domani e vedremo cosa accadrà”.

Ferrari: un sabato difficile per le Rosse

La pista di Abu Dhabi non mette in risalto i punti di forza della SF90 ed il terzo ed il quarto posto di Leclerc e di Vettel sono la conferma. I piloti della Rossa hanno patito molto il terzo settore dove il carico aerodinamico di Mercedes e Red Bull hanno fatto la differenza. Oltre ai limiti tecnici, anche un errore al box ha reso ancora più amaro il sabato della Ferrari: Leclerc, infatti, non ha avuto la possibilità di fare l’ultimo tentativo del Q3 perché non è riuscito a tagliare in tempo il traguardo. Una valutazione errata che la scuderia di Maranello aveva commesso anche a Monza ma quella volta a farne le spese fu Sebastian Vettel. La Ferrari, oltretutto, non gode di un gradissimo passo gara e sorpassare a Yas Marina è sempre un compito molto difficile.

Leclerc: “Non ho idea di cosa sia successo, è un peccato. Il terzo posto nella classifica tempi era possibile ma sono molto contento del mio primo tentativo. La scelta delle gomme medie in Q2? Ho variato dalle soft alle medie perché mi sentivo bene in macchina. E per domani vedremo, sulle dure nelle libere mi sono trovato bene”.

Vettel: “Se sarà possibile puntare alla vittoria? È difficile per noi perché non siamo abbastanza veloci e in tutte le curve lente o a medio-velocità perdiamo tempo. Nei primi due settori andiamo bene, poi le gomme cedono e abbiamo meno aderenza. Ma possiamo promettere che lotteremo insieme il più possibile. La gomma rossa penso che sia una scelta giusta, non credo che le medie siano così migliori nel long run”.

Condividi