Sab. Dic 14th, 2019

Prove libere Abu Dhabi 2019: Verstappen brilla nelle PL3

La terza sessione di prove libere vede Max Verstappen al comando, con il tempo di 1:36.566. Seguono le Mercedes di Hamilton e Bottas a pochi millesimi di distanza. Le Ferrari si piazzano in quinta e sesta posizione, rispettivamente con Sebastian Vettel e Charles Leclerc, preceduti da Alexander Albon. La Rosse accusano 4 decimi di distanza dal leader, ma i tempi sono stati realizzati con una mescola di svantaggio rispetto ai rivali. Nonostante ciò, le Rosse perdono quasi 8 decimi dalle Mercedes soltanto nel terzo settore, caratterizzato da numerose curve a 90 gradi. La Mercedes, probabilmente, ha ancora qualcosa in tasca, visto che i tempi realizzati nell’ultima sessione di prove libere sono addirittura più lenti rispetto a quelli delle PL2.

Prove libere del venerdì

La prima sessione di prove libere vede Valtteri Bottas in testa alla classifica, con il tempo di 1:36.957. Il pilota finlandese ha iniziato alla grande il week-end di Abu Dhabi, rifilando ben mezzo secondo alla Red Bull di Max Verstappen. Subito dietro appare l’altra W10 di Lewis Hamilton, probabilmente in pista con una mappatura del motore meno aggressiva rispetto al compagno di squadra. Difficile da decifrare la prestazione della Ferrari, che chiude in 5° e 7° posizione, rispettivamente con Charles Leclerc e Sebastian Vettel. Il monegasco è stato preceduto da Alexander Albon, lontano un secondo abbondante dal leader. Tra le due Rosse invece, lontane circa 2 secondi da Bottas, si inserisce addirittura la Haas di Romain Grosjean. Le grandi difficoltà della Ferrari si riscontrano soprattutto nel terzo settore, quello più guidato della pista. La SF90 è sembrata quasi inguidabile nell’ultima parte del tracciato, come dimostra l’incidente di Sebastian Vettel nell’entrata di curva 19.

La sessione serale manifesta una maggiore compattezza del gruppo, nonostante sia sempre Valtteri Bottas al comando della classifica. Il pilota della Mercedes ferma il cronometro in 1:36.256, precedendo di 3 decimi il compagno di squadra. Il finlandese si è reso protagonista di un contatto con Grosjean, danneggiando in maniera significativa l’ala anteriore. A seguire le Ferrari di Leclerc e Vettel, entrambi a circa 4 decimi dal finlandese. La Rossa ha mostrato una gran velocità nei primi due settori, accusando ancora una volta tutto il gap nel tortuoso ultimo settore. La curva 19 è ancora maledetta per la Ferrari, visto il contatto di Charles Leclerc con le barriere, per fortuna senza conseguenze. A seguire troviamo le Red Bull di Max Verstappen e Alexander Albon. La simulazione del passo gara ha fornito le solite indicazioni: Mercedes al comando, seguita da Red Bull e Ferrari.

Verso le qualifiche

Alle 14 italiane scatteranno le ultime qualifiche della stagione, che vedono la Mercedes favorita per la conquista della pole position. Le frecce d’argento si sono dimostrate molto veloci e nel terzo settore fanno veramente impressione, soprattutto nel confronto con la Ferrari. Lewis Hamilton andrà quindi a caccia dell’ultima pole position del 2019 e sarà favorito dalla penalità di 10 posizioni in griglia del compagno di squadra. Verstappen proverà a fare il colpaccio e la prima posizione nelle PL3 lascia ben sperare il pilota olandese. La Ferrari va molto forte nei primi due settori, ma deve fare un miracolo per colmare il gap nella parte finale del tracciato. Chi sarà il poleman di Abu Dhabi? Tra pochi minuti lo scopriremo…

Condividi