Lun. Lug 6th, 2020

NBA: Wizards, Nuggets, Rockets e Suns vincono nella notte

Nella notte italiana sono andate in scena ben 4 partite della National Basketball Association. Wizards, Nuggets, Rockets e Suns conquistano la vittoria rispettivamente contro Sixers, Knicks, Raptors e Pelicans.

Sixers vs Wizards 113-119

La squadra della città dell’amore fraterno cade contro i modesti maghi di Washington. Nonostante un Harris da 33 punti e un Embiid da 26 punti e 21 rimbalzi, i Sixers non sono riusciti a portare a casa la sedicesima vittoria stagionale ed al momento si trovano al quinto posto della Eastern Conference. La franchigia della Pennsylvania ha pagato molto il secondo quarto dove ha subito 40 punti contro i soli 22 messi a referto. La differenza l’hanno fatta la panchina dei Wizards e le 21 palle perse da parte di Philadelphia. I panchinari di Washington hanno messo a segno ben 40 punti, 25 provenienti solo dalle mani di Bertans. Le riserve dei Sixers, invece, hanno prodotto solo 18 punti al quintetto titolare, un bottino veramente misero per una squadra che punta ad arrivare almeno alle Finali di Conference.

I Sixers torneranno in campo nella notte tra sabato e domenica contro i Cleveland Cavaliers. I Cavs non sono la squadra più temibile della Lega e sono l’occasione giusta per riprendere la propria marcia. I Wizards, invece, saranno impegnati domani alle 02:00 contro i Miami Heat. Un avversario veramente tosto per la squadra della Casa Bianca, soprattutto da affrontare in Florida e in back to back.

Nuggets vs Knicks 129-92

Al Madison Square Garden i Denver Nuggets strapazzano i New York Knicks. Denver sempre in controllo già dall’inizio, chiude definitivamente la partita dopo un secondo quarto da 34 punti segnati e 18 subiti. La franchigia del Colorado manda ben 8 giocatori in doppia cifra e tira con il 56% dal campo. Ottima la prestazione difensiva ma è anche eccellente la prestazione di squadra in attacco con ben 38 assist realizzati. Dopo la pessima sconfitta subita contro i Lakers, Denver raggiunge quota 14 vittorie e il secondo posto assoluto ad Ovest. I Nuggets torneranno in campo domani alle 02:00 al TD Garden contro i Boston Celtics.

Sconfitta numero 18 per i Knicks che possiedono il secondo peggior record della Lega. New York è a 8 sconfitte consecutive e non riesce a trovare le soluzioni ai suoi problemi che ormai durano da anni. Nonostante i 23 assist e i 50 punti nel pitturato, i Knicks non riescono a tenere testa a Jokic e compagni. Una situazione difficile e complicata quella della Grande Mela dove il business è ancora più importante del risultato sportivo. New York tornerà in campo alle 01:30 di domenica contro i Pacers, ostacolo non semplice da superare.

Rockets vs Raptors 119-109

La sfida che più ha suscitato interesse nella notte è stata sicuramente quella tra i Campioni NBA (Raptors) e i Razzi del Texas (Rockets). Ad avere la meglio sono stati i Rockets che tornano alla vittoria dopo la controversa sconfitta subita contro gli Spurs. La squadra di Coach D’Antoni ha svolto un grandissimo lavoro a rimbalzo, soprattutto sotto il tabellone dei Raptors. Houston, infatti, ha catturato ben 50 rimbalzi totali e 20 solo in attacco con Tucker, Westbrook e Capela che hanno superato la doppia cifra. Houston ha fatto muovere anche molto bene il pallone e i 29 assist sono la conferma. I Rockets volano così a 14 vittorie e al quinto posto ad Ovest. Harden e compagni saranno impegnati nuovamente domenica alle 02:00 contro i giovani Suns al Toyota Center di Houston.

Seconda sconfitta consecutiva, invece, per i Dinosauri del Canada. I Raptors hanno avuto una serata al tiro non brillante e il 30% da tre non ha permesso a Toronto di giocarsi le proprie carte. Una doppia sconfitta che relega i Campioni al quinto posto ad Est e a 3.5 partite dai Bucks di Antetokounmpo. Raptors che saranno impegnati lunedì, al Wells Fargo Center, nello scontro diretto contro i Sixers.

Suns vs Pelicans 139-132

Terza vittoria consecutiva per i giovani Suns ed ottavo posto ad Ovest. I sedici punti di vantaggio a fine terzo quarto sembrano aver sancito la vittoria contro i Pelicans, ma solo un quarto quarto da 18 punti ha permesso a New Orleans di forzare l’overtime. Phoenix, tuttavia, porta a casa la partita con Booker, solito protagonista, che chiude con 44 punti, 9 assist e 8 rimbalzi in 42 minuti di gioco. Il campioncino di Phoenix ha tirato con il 54%, confermandosi scorer puro della franchigia. Da segnalare anche i 15 assist di un Ricky Rubio sempre più pedina fondamentale di questi Suns. Phoenix sarà impegnata domenica alle 02:00 contro i Rockets in Texas. Esame difficile per la franchigia dell’Arizona ma molto importante per continuare il proprio percorso di crescita.

I Pelicans, nonostante il quintetto base da 107 punti, non sono riusciti a strappare la vittoria contro i Suns. Incredibile la loro forza di volontà di riaprire un partita che sembrava ormai chiusa, ma la stanchezza per ricucire lo strappo ha poi pagato nel supplementare. New Orleans, nonostante la partenza di Davis, doveva essere la mina vagante della stagione, ma le 16 sconfitte in 22 partite e il rientro di Williamson che continua a tardare non lasciano ben sperare. I Pelicans scenderanno in campo domani alle 20:00, a Dallas, contro i Mavericks. Sfida difficilissima per Ball e compagni contro una delle squadre più in forma della Lega.

Condividi