Ven. Apr 3rd, 2020

WorldSBK, Gara 1 di Phillip Island: che inizio stagione!

Senza dubbio tra le gare più  avvincenti degli ultimi anni, piena di colpi di scena e ricca di emozioni. Vince la prima gara dell’anno la Yamaha di Toprak Razgatlioglu, seguito dalla Kawasaki di Lowes e dalla Ducati di Redding.

Tra le scene più inaspettate c’è sicuramente l’errore del campione in carica ad inizio gara, errore che lo ha portato sulla ghiaia senza, però, farlo cadere…ma è subito in ultima posizione. È qui che inizia il disperato tentativo di rimonta. L’obbiettivo? Almeno la top 8. Le aspettative erano delle migliori, i tempi erano buoni e i primi sorpassi abbastanza scorrevoli, ma qualcosa è poi andato storto: in inserimento di curva Rea perde l’equilibrio e scivola, distruggendo la sua Ninja e rotolando sulla ghiaia. La gara, per lui, finisce qui.

È passata un po’ in sordina la grande rimonta di Chaz che, partito sedicesimo, ha chiuso in ottava posizione dietro alla Yamaha di Baz. È sicuramente partito meglio quest’anno rispetto alla passata stagione; sta prendendo il giusto feeling con la V4 R e senza dubbio riuscirà a portare buoni risultati già entro la prima metà del campionato. Sarà difficile per lui raggiungere il livello del compagno di squadra che, dopo diversi anni in MotoGP con Honda, Ducati e Aprilia, ha vinto lo scorso anno la SBK britannica proprio con la Panigale V4 R.

Il rookie britannico ha corso una bellissima gara in mezzo alle Yamaha ufficiali, alla Kawasaki di Lowes e alla BMW di Sykes, il quale, dopo una fantastica partenza e dopo diversi giri in testa, è stato sorpassato dagli inseguitori. Fotofinish memorabile con 4 piloti in 134 millesimi.

 

Si ricordano la Superpole race alle 02:00 e Gara 2 alle 05:00 di domenica mattina.

Condividi