Ven. Ott 23rd, 2020

Hall Of Fame 2020

Nella mattinata di Sabato, la patria della pallacanestro ha ufficializzato l’attesissima classe 2020 della Hall Of Fame. Quest’estate, a Springfield, verranno insigniti del titolo di hall of famer tre giocatori simbolo di una generazione, eroi del loro mondo ed esploratori dei limiti umani (sia fisici che mentali).

Se li sommiamo insieme possiamo contare 11 titoli NBA, 4 MVP 48 apparizioni all’All-Star Game. Tim Duncan, Kevin Garnett e Kobe Bryant incideranno ufficialmente i loro nomi nell’immaginario olimpo del basket. Sottolineerei ufficialmente, dato che questi giocatori sono stati considerati delle leggende molto tempo prima del loro ritiro dal parquet. Ma questo forse non devo essere io a ricordarlo.

L’ingresso nella Hall of Fame è sempre accompagnato da forti emozioni che toccano il cuore dei moltissimi appassionati del Gioco. Un misto di gioia, velata tristezza e sincera nostalgia per quel che è stato. Quest’anno purtroppo non si piangeranno solo lacrime dolci, ma anche e soprattutto lacrime molto amare. Il discorso più atteso, da quello del 2009 di Jordan, non sarà pronunciato. La tragica scomparsa di Kobe ci priverà quindi di parole tanto attese, ma renderà ancora più solenne questa importantissima cerimonia.

È giusto, infine, citare i nomi che completeranno la classe 2020 di Springfield: Catchings (ex-WNBA), Tomjanovich (coach), Sutton (coach), Mulkey (coach), Stevens (coach) e Baumann (ex-segrtario FIBA).

Condividi